Una fantastica stagione di musica

L'Orchestra da Camera di Perugia

PERUGIA – Una fantastica stagione concertistica si aprirà il 27 ottobre 2017 grazie agli Amici della Musica di Perugia, una stagione che riporterà in Umbria artisti del calibro di Marta Argerich, Louis Lortie, Sir John Eliot Gardiner, Paolo Fresu, Giovanni Sollima, Andras Schiff.

 

Ma non è solo con i grandi nomi che si fa un buon cartellone: occorre bilanciare provenienze, tipologia di ensemble, repertori e possibilmente trovare un fil rouge che lo caratterizzi. Possibilmente dando respiro anche alle eccellenze o potenzialità artistiche locali e avendo riguardo anche per gli ascoltatori di domani. Ecco allora la rinnovata e fortunata collaborazione con l’Orchestra da Camera di Perugia, la ricca progettualità rivolta alle scuole, “il coinvolgimento nei percorsi artistici di tante realtà corali e di tanti musicisti” formatisi nella regione.

 

La pianista argentina Marta Argerich

Infine, ed è la grande novità di quest’anno, lo stretto rapporto con la Fondazione Cucinelli e con i programmi musicali del Teatro di Solomeo, il tutto sfociato nell’organizzazione di un calendario perfettamente integrato. In particolare, la consonanza di vedute tra i due direttori artistici, Fabio Ciofini per Solomeo e Alberto Batisti per Perugia, ha portato a un grande evento condiviso, che farà arrivare al Teatro Morlacchi la Deutsche Kammerphilharmonie di Brema, diretta da Vladimir Jurowski e la leggendaria pianista argentina Martha Argerich.

 

Quanto al fil rouge, o meglio ai fils rouges, uno è senz’altro rappresentato dall’affettuoso ricordo di Franco Buitoni, alla cui memoria la stagione è dedicata. “La generosità e la competenza della sua guida è stato il patrimonio più prezioso per gli Amici della Musica di Perugia – si legge in una nota ufficiale – un patrimonio che è ancora ben tangibile nella qualità e nella quantità di un pubblico di appassionati che per tanti anni si è culturalmente nutrito delle sue scelte avvedute, sagaci e appassionate”. E proprio per celebrare la sua memoria, tornerà a Perugia András Schiff, l’amico di una vita, insieme a sua moglie Yuuko Shiokawa, e certamente avranno Franco Buitoni nel cuore i tanti artisti che si fregiano d’esser stati laureati dal Borletti-Buitoni Trust: Veronika Eberle, Marie-Elisabeth Ecker, Martin Helmchen, il Quartetto di Cremona e il Quartetto Jerusalem, Gloria Campaner.

 

La violinista tedesca Veronika Eberle

Altri riferimenti da scorgere in filigrana saranno il centenario dalla morte di Debussy con un concerto monografico di Benedetto Lupo e i centocinquant’anni dalla morte di Rossini con una produzione originale della Petite Messe Solennelle, nella quale verrà utilizzato un pianoforte storico Pleyel – praticamente identico a quello personale di Rossini – per la cui sonorità la messa fu pensata.

 

L’inaugurazione, fissata per la serata del 27 ottobre al Morlacchi, sarà affidata all’Orchestra da Camera di Perugia e ad un “vecchio” amico di Perugia, Alexander Lonquich, nella duplice veste di direttore e solista, a quarant’anni esatti dalla vittoria al «Casagrande» di Terni che lo rivelò sulla scena internazionale. L’Orchestra perugina sarà anche protagonista a fine stagione di un ardito progetto che vedrà coinvolti due beniamini del pubblico umbro quali Paolo Fresu e Giovanni Sollima.

 

Paolo Fresu al flicorno durante un concerto

Non mancherà la grande musica del Novecento con David Afkham, la Junge Deutsche Philharmonie ed il violoncello di Steven Isserlis, come non mancheranno progetti innovativi quali l’omaggio a un giovane e già affermato compositore perugino, Marco Momi e un evento che vedrà insieme video grafica, danza e il piano dell’affascinante Gloria Campaner, una delle maggiori rivelazioni della passata stagione, nell’interpretazione di musiche di Bach, Pärt, Skrjabin e Prokof’ev.

 

Numerose le novità assolute quanto i graditi ritorni: tra questi ultimi il violino di Veronika Eberle, il Quartetto di Cremona e il Quartetto Jerusalem, la bacchetta di Fabio Ciofini, il piano di Jin Ju e quello di Mariangela Vacatello. La chiusura sarà infine affidata a John Eliot Gardiner, al Monteverdi Choir e agli English Baroque Soloists, con un grandioso concerto nella Basilica di San Pietro nel nome di Bach.

 

Musica per Crescere – Video Spot Mattinate Musicali 2017-2018 (Amici della Musica di Perugia)
 

Come accennato, ad arricchire un già nutrito calendario anche quest’anno ci saranno appuntamenti pensati appositamente per i più piccoli. Ricordiamo in particolare “I Ragazzi della via Pal”, con protagonisti dei giovanissimi attori e cantanti per la musica di Filippo Illic Fanó, e una rielaborazione del Flauto magico mozartiano per flauto, pianoforte, oboe, corno, percussioni e le voci di Chiara Giudice e David Sotgiu.
Buona musica a tutti!

 

Roberto Vitali

 
Programma dettagliato: Perugia Musica Classica | Amici della Musica
Info e biglietti: Biglietti Amici della Musica

Tag: , , , , , , , ,
11 ottobre 2017 Roberto Vitali ,

Articoli Recenti