Torna il Trofeo Luigi Fagioli, la “Montecarlo delle salite”

La cronoscalata è giunta alla edizione numero 52 (foto Francesco Betti Sorbelli)

GUBBIO – Per tutti gli appassionati dell’automoblismo, torna il Trofeo Luigi Fagioli, la “Montecarlo delle salite”. L’appuntamento è dal 18 al 20 agosto, sul tradizionale percorso Gubbio-Madonna della Cima, lungo un tracciato di 4.150 metri che dal centro storico di Gubbio sale attraversando la Gola del Bottaccione, notissimo sito geologico dal grande fascino naturalistico.
 
Lo spettacolare evento motoristico, che vanta 52 anni di vita, unisce natura, cultura, eventi e turismo.
 
La cronoscalata è aperta alle auto moderne e storiche e le titolazioni di Campionato e Trofeo Italiano Velocità Montagna la rendono una delle più importanti gare nel settore della Velocità in Salita.
 
La corsa è arricchita da molti altri eventi collaterali. L’edizione 2017 è stata confermata prova del Campionato Italiano Velocità Montagna (CIVM) e presenta anche la doppia validità per il Trofeo Italiano Velocità Montagna (TIVM) Nord e Sud con coefficiente punteggio maggiorato a 1,5, oltre che per il Campionato Italiano Le Bicilindriche e altri trofei, fra i quali quello speciale promosso in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico dell’Umbria che, introdotto lo scorso anno, all’insegna dell’impegno sociale è confermato per i piloti diversamente abili. Attese grandi sfide tra i piloti provenienti da tutta Italia in lotta per i Tricolori nelle categorie delle auto Turismo e GT, con marchi come Ferrari, Lamborghini e Porsche, e in quelle Silhouette, Prototipi e Formula.
 

Anche auto storiche nella cronoscalata (foto Tonino Menichetti)

Le iscrizioni sono aperte fino a tutto lunedì 14 agosto (moduli su www.trofeofagioli.it).
 
Il 52° Trofeo Luigi Fagioli entra nel vivo venerdì 18 agosto con verifiche sportive (15.30-19.30) e tecniche (15.45-19.45) nella zona del complesso di San Benedetto, quartier generale dell’evento con direzione gara, segreteria, uffici e sala stampa.
Sabato 19 agosto con start alle 10 si disputano le due prove ufficiali che consentono ai piloti di mettere a punto le auto per le due salite di gara, al via domenica 20 agosto a partire dalle 9.30.
 
Al termine di tutte le procedure del dopo gara-2, nel pomeriggio premiazioni nel chiostro di San Benedetto, dove nel 2016 è salito sul gradino più alto il calabrese Domenico Scola, campione italiano di gruppo E2Ss (monoposto) con l’Osella Fa30 Zytek.
 
Nel weekend si terrà anche un grande raduno Ferrari: le auto di Maranello sfileranno sul percorso di gara e la sera di venerdì 18 agosto, nel chiostro di San Benedetto, si terrà la cerimonia di consegna del “Memorial Angelo e Pietro Barbetti” che quest’anno è stato assegnato a Davide Valsecchi, trentenne pilota di Erba, conosciuto dagli amanti dell’automobilismo anche per la sua attività di commentatore televisivo per Sky della Formula Uno. Un riconoscimento prestigioso, assegnato in passato a grandi personalità dell’automobilismo nazionale e internazionale, da Mauro Forghieri a Giancarlo Minardi, fino a Andrea Montermini, Emanuele Pirro e Clay Regazzoni.
 
Valsecchi, campione nel 2012 in GP2 (l’attuale Formula 2) e già terzo pilota della Lotus in F1, è uno dei migliori talenti italiani del volante e, dopo qualche esperienza da rallista, farà il suo esordio nelle cronoscalate proprio al Trofeo Fagioli 2017 con una Mini Cooper S del team Elite Motorsport.
 
Uno dei punti di forza del Trofeo Luigi Fagioli è il quartier generale della corsa, ospitato nella struttura di San Benedetto che offre ai visitatori uno splendido chiostro interno. Un luogo simbolo della città, che arricchisce ulteriormente la zona paddock/partenza fra centro storico, mura e teatro romano. E che unisce, nei fatti, il fascino antico del tracciato del trofeo automobilistico con il museo-laboratorio multimediale Gola del Bottaccione – Archivio della Terra, che ha sede proprio nel complesso medievale.
 
La gara prevede la copertura internet by Fìdoka per una connessione wi-fi veloce dedicata nelle zone paddock/partenza e arrivo/parco chiuso. Per piloti e addetti ai lavori saranno a disposizione una grande hospitality e un motorhome.
 
Sempre nel nome dell’innovazione, il Trofeo Fagioli si conferma cronoscalata “smart” grazie a una rivoluzionaria app by Motus Lab da sperimentare in prova e gara. Per piloti e addetti ai lavori (ai quali sarà riservato un accesso personale con credenziali consegnate alle verifiche) l’app Trofeo Luigi Fagioli è disponibile per sistemi Apple e Android e prevede comunicazioni in tempo reale da direzione gara e allineamento, oltre alle informazioni dirette al pubblico degli appassionati che ogni anno accorre a Gubbio per assistere alla competizione.
 
Altra iniziativa è il biglietto unico valido per sabato e domenica a soli 10 euro.
 
Un servizio navetta ad orario continuato, assicurerà i collegamenti dal versante di Scheggia a Madonna della Cima. La cronoscalata è organizzata dal Comitato Eugubino Corse Automobilistiche in collaborazione con il Comune di Gubbio e l’Automobile Club Perugia.
 
Web: www.trofeofagioli.it

Tag: ,
3 agosto 2017 Redazione UT

Articoli Recenti