Spello Splendens, concerti con zampogne, ciaramelle e cornamuse

SPELLO – Dal 4 al 6 gennaio torna “Spello Splendens“, l’evento che promuove la conoscenza delle antiche sonorità ispirate alla festa del Natale. Musiche medievali e tradizionali. Una occasione unica nel panorama internazionale per ascoltare le sonorità di strumenti d’altri tempi come zampogne, ciaramelle e cornamuse.
 
L’ottava edizione della manifestazione, che prevede anche conferenze, presentazioni di libri, masterclass sulle zampogne tradizionali e moderne e numerosi concerti con i migliori solisti e gruppi italiani, si terrà in luoghi significativi della città, come il Teatro Subasio, l’Auditorium del Centro Studi “Aldolfo Broegg” e la Chiesa di Sant’Andrea.
 
Il sipario si alzerà il 4 gennaio (Chiesa di Sant’Andrea, ore 21.15) con il concerto di inaugurazione di uno dei più importanti gruppi musicali, a livello internazionale, per lo studio e l’interpretazione della musica medievale: i Micrologus, che ospiterà anche il gruppo Musicanti Potestatis, in un evento celebrativo del Natale medievale con canti e musiche di tutta Europa.
 
E il festival ospiterà anche ensemble provenienti da altre regioni italiane: gli Enerbia, con la musica tradizionale dell’Appennino Piacentino (6 gennaio, Teatro Subasio) e il SalenTrio/Quartet, con pizziche, canti e suonate natalizie accompagnato dalle zampogne e flauti di Alzo Iezza (5 gennaio, Teatro Subasio).  Uno spazio particolare sarà riservato alle voci femminili di Sara Marini e Frida Neri, cantanti accompagnate da bravissimi chitarristi che si esibiranno in personali elaborazioni di canti tradizionali di Natale (6 gennaio, Teatro Subasio).
 
Nel pomeriggio del 5 gennaio, a partire dalle ore 17.00, in Piazza della Repubblica, torna “Zampogne e Lenticchie”, la passeggiata musicale-culinaria attraverso il centro storico di Spello con raduno libero dei musicisti e la degustazione dei piatti offerti dai ristoratori spellani. Parteciperanno il cantautore Pietro Brega e la polistrumentista Orietta Orengo che proporranno il loro vasto repertorio di composizioni proprie e tradizionali.
Appassionanti i concerti, tutti ad ingresso gratuito.
 
“Spello Splendes” può essere l’occasione anche per visitare la mostra permanente “Liuti e strumenti a corda dal Medioevo ai nostri giorni” allestita presso il Centro Studi “Adolfo Broegg” (apertura: 5 e 6 gennaio. Ore 10.00-13.30).
 
 
  
Info e prenotazioni
Per informazioni: 3488722315.
E-mail: goffredodegliesposti@micrologus.it
Web: www.centrostudiadolfobroegg.it
 
Leggi anche: Lasciatevi spellizzare
Leggi anche: I musei di Spello

Tag: , , ,
14 dicembre 2017 Redazione UT

Articoli Recenti