Tevere, nei meandri del tempo

Il Parco regionale si estende per 7.925 ettari, lungo la media valle del Tevere, per circa cinquanta chilometri.
 
A nord comprende la località di Montemolino, presso Todi, dove il fiume piega deciso verso ovest per dirigersi, con ritrovato vigore, in una stretta valle incassata tra pareti rocciose quasi verticali, alte oltre 200 metri, delineando uno dei paesaggi più suggestivi dell’area, noto come Gola del Forello.
 
Dalla sponda sinistra della gola si estendono le lunghe valli della Pasquarella e dell’Elce-Barile, solcate dai fossi omonimi e caratterizzate da numerosi fenomeni carsici, fra i quali grotte e voragini di grande interesse speleologico.
 
Sulla sponda destra, la gola è dominata dal rilievo calcareo la Roccaccia (411 m s.l.m.), in cui si apre un articolato sistema di cavità e grotte naturali note come Grotte della Piana, quasi tutte abitate in età preistorica.
 
Più a sud presso Baschi, il corso del fiume è sbarrato da una diga che dà origine al lago di Corbara, bacino artificiale creato per produrre energia elettrica, oggi eletto sito d’interesse comunitario in virtù del suo popolamento floristico e faunistico di grande rilevanza.
 
Di analoga natura è il lago di Alviano, che grazie alle sue paludi e acquitrini è oasi naturalistica per il rifornimento alimentare di molte specie rare di uccelli acquatici. Le acque del lago di Corsara, grazie alla presenza nelle zone palustri di piante igrofile (cannucce, tife, carici, scirpi e giunchi) incoraggia la nidificazione di una avifauna alquanto varia, in parte sedentaria, in parte migratoria; tra le specie che nidificano nei canneti vi sono gli aironi rossi, i germani, i tarabusini.
 
Nelle acque della palude di Alviano, tra le tante specie di uccelli, vi sono le folaghe, il martin pescatore, l’airone cinerino, la poiana, nonché l’airone bianco maggiore, uccello simbolo dell’Oasi. Sui rilievi si registra la presenza del capriolo, del cinghiale, del daino e del cervo. Nella zona della Valle Pasquarella sono stati avvistati il falco pellegrino, il gheppio e il nibbio bruno.
 

Roberto Moraldi

 
Itinerari
 
Turistici

* Passeggiate delle 5 Fontane: Km 1,8 – Ore 0,30 – Dislivello in salita 353 m – Dislivello in discesa 215 m

* Monte Pianicel Grande: Km: 4,8 – Ore 2 – Dislivello in salita 123 m – Dislivello in discesa 406 m

* Baschi, Civitella del Lago, Salveregina. Km 17 – Dislivello in salita 461 m – Dislivello in discesa 454 m

Escursionistici

* Doglio-Titignano: Km 10,4 – Ore 3,30 – Dislivello in salita 243 m – Dislivello in discesa 233 m

* Prodo-Asproli: Km 20,2 – Ore 9 – Dislivello in salita 720 m – Dislivello in discesa 763 m

* Anello di Titignano: Km 15,8 – Ore 7 – Dislivello in salita 687m – Dislivello in discesa 687m

* Scoglio del Salveregina: Km 9,8 – Ore 4 – Dislivello in salita 424 m – Dislivello in discesa 424 m

* Sentiero del Vento: Km 10,4 – Ore 4 – Dislivello in salita 356 m – Dislivello in discesa 356 m

* Anello di Civitella: Km 13 – Ore 6 – Dislivello in salita 605 m – Dislivello in discesa 605 m

* Montecchio – Da Loc. i Poggi al Monastero di Sant’Andrea: Km 11,4 – Dislivello in salita 384 m – Dislivello in discesa 222 m

* Montecchio – Da M. Pozzo Callarano al Monastero di Sant’Andrea: Km 12 – Dislivello in salita 244 m – Dislivello in discesa 589 m

* Montecchio – Anello: Km 11,6 – Dislivello in salita 616 m – Dislivello in discesa 616 m

* Montecchio – Da M. Pozzo Callarano, Melezzole, la Posta del Prete: Km 7,6 – Dislivello in salita 315 m – Dislivello in discesa 241 m

Cicloturistici

*Itinerario 30: Da Orvieto a Todi intorno al lago di Corbara (Cicoria, Prodo, Todi, Fiore, Civitella del Lago, Corbara, Cicoria): Km 87 – Dislivello 2.000 m

Difficoltà: difficile

* Sentiero Natura: dalla Stazione di Alviano all’Oasi con

ingresso a Madonna del Porto: Km 4 – Difficoltà: facile

Per ulteriori informazioni www.bikeinumbria.it
 
Come arrivare
 
IN AUTO

Da Firenze: Autostrada del Sole (A1) uscita Orvieto

Da Roma: Autostrada del Sole (A1), uscita Attigliano

Da Perugia: E45 SS n. 3 bis, uscita Todi-Orvieto

Da Terni: E45 SS n. 3 bis, uscita Todi – San Damiano
 
IN TRENO

Linea FS Firenze-Roma: Stazioni di Baschi e di Alviano. Dalla stazione di Alviano collegamento diretto su pista ciclabile all’Oasi di Alviano con ingresso presso Madonna del Porto

Linea Ferrovia Centrale Umbra.

Umbria tpl e mobilità spa

Telefono 075 50 67 81

Fax 075 500 45 30

NUMERO VERDE  800 51 21 41

mail: info@umbriamobilita.it
 
IN AUTOBUS

Umbria tpl e mobilità spa

Telefono 075 50 67 81

Fax 075 500 45 30

NUMERO VERDE  800 51 21 41

mail: info@umbriamobilita.it
 
IN AEREO

Aeroporto Internazionale San Francesco d’Assisi (Perugia – S. Egidio)

Tel. 075 5921400 – www.airport.umbria.it
 
Infoline

Parco regionale del fiume Tevere

Piazza Umberto I°, 16 – 05020 Civitella del Lago (TR)

Tel 0744/950732

Fax 0744/95073

www.parchi.regione.umbria.it

3 settembre 2015 Roberto Moraldi

Articoli Recenti