Pane, prosciutto e fantasia rilanciano le zone terremotate

PRECI – Mangiare di gusto per vincere la paura, scoprire le proprie radici per tenersi ancorati alla terra, trasformare gli antichi mestieri in un’attrazione turistica per rilanciare la terra violentata dal sisma.
 
Si chiama Pane, Prosciutto e Fantasia e si svolgerà a Preci, piccolo borgo a due passi da Norcia nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, il 30 giugno e il primo luglio, organizzato dal Comune con il supporto della Regione Umbria e il Gruppo di Azione Locale Valle Umbra e Sibillini.
 
Due giorni di mostre, spettacoli, rievocazioni degli antichi mestieri della civiltà contadina, dove si potranno imparare le espressioni culturali del territorio umbro; un viaggio nelle terre mitiche degli Appennini e nella cultura tradizionale della valle Castoriana attraverso degustazioni e spettacoli.
 
Re della festa – ovviamente – è il prosciutto, che durante il festival si potrà conoscere da vicino: nel corso delle due giornate della kermesse, infatti, sarà possibile – alle 18 – partecipare al laboratorio Avventura di una salsiccia che propone una dimostrazione pratica sulla lavorazione del maiale. Dimostrazione che si conclude con una degustazione di prosciutto IGP di Norcia.
 
Quanto al pane, anche lui sarà protagonista di una dimostrazione pratica: dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18 all’Antico Mulino sarà infatti possibile assistere alla dimostrazione pratica di molitura di un vero mugnaio all’opera. Ad affiancare pane e prosciutto, poi, ci sono anche tutti gli altri prodotti tipici del territorio, che si potranno conoscere nella mostra mercato che si aprirà sabato 30 giugno alle 10. Anche di ognuno di essi sarà possibile conoscere le origini e la lavorazione grazie alle rievocazioni di antichi mestieri che partono alle 17 e consentono di vedere all’opera, oltre al norcino, anche il pastore, la merlettaia e il canestraio.
 
Un vero e proprio “matrimonio del gusto” è poi quello che sarà celebrato domenica primo luglio alle 11 al Centro Caritas, che vedrà il prosciutto IGP di Norcia convolare a nozze con il formaggio puzzone DOP di Moena, in Provincia di Trento. A celebrare il rito le mani di Alviero Bigi, Fabio Tacchella, Gianna Fanfano e altri prestigiosi professionisti dell’Unione Regionale Cuochi Umbri, che impiegheranno le due eccellenze italiane per proporre piatti unici e inediti, valorizzando i prodotti tipici della Valnerina.
 
Ma non offre soddisfazione solo al palato e alla curiosità, Pane, Prosciutto e Fantasia: c’è spazio anche per la cultura e la memoria storica con la presentazione di importanti volumi restaurati dallo sforzo congiunto del Rotary Club di Terni, la Fondazione Ranieri di Sorbello di Perugia, la Romeyne Robert and Uguccione Sorbello Foundation e la Soprintendenza Archivistica per l’Umbria (sabato 30 giugno alle ore 17 al Centro Caritas).
 
Non mancheranno poi i giochi per bambini organizzati dalla Corale (al Parco Madonna della Peschiera, a partire dalle 17) e la musica, con il concerto di Miss Lola and The Pineapples alle 21.30 di sabato.
 

Arnaldo Casali

Tutte le informazioni e il programma completo su www.preciturismo.com

29 giugno 2018 Arnaldo Casali

Articoli Recenti