La straordinaria storia del jazz a Gubbio No Borders Festival

GUBBIO – Dieci giorni di musica da godere nel chiostro di San Pietro, uno dei luoghi più affascinanti della città. Gubbio No Borders Festival torna dal 16 al 23 agosto con cinque eventi dedicati al jazz.
 
Variegato il programma: dal jazz classico, al mondo sognante dei musical americani; dallo swing, al pop, al blues fino alle sonorità degli Anni Settanta. E un omaggio speciale al cinema, il 18 agosto, con la proiezione di Sicily Jass, il film di Michele Cinque che racconta la straordinaria e dimenticata storia di Nick La Rocca, il figlio di siciliani emigrati da Salaparuta, in provincia di Trapani, che incise il primo disco jazz della storia. L’opera d’esordio del musicista italiano e della sua Original Dixieland Jass Band, vendette più di 1 milione di copie.
 
Ad aprire la manifestazione, organizzata dal Jazz Club Gubbio in collaborazione con l’amministrazione comunale, sarà il batterista italiano Lorenzo Tucci, insieme a Max Ionata (sax) e Luca Mannutza (organo Hammond).
 
Blues d’autore il 19 agosto con Maurizio Pugno & Gionni Grasso Band. Il 21 agosto nell’ex refettorio di San Pietro si esibirà la Dixie’s brothers band con un concerto ispirato al periodo musicale 1917-1926,
 
In chiusura, il 23 agosto, il musical. In scena, il Paolo Ghetti Melody Quartet con musiche di George Gerswhin, Jerome Kern, Irvin g Berlin, Cole Porter e Lorenz Hart.
 
Gubbio No Borders non è solo attività concertistica, ma anche didattica con master classes e corsi di perfezionamento.
 
Info e biglietteria
Tel. 347 8283783
IAT Gubbio 075 9220693
gubbiojazzclub@gmail.com
Facebook: Gubbio No Borders

Tag: , , ,
12 agosto 2017 Redazione UT

Articoli Recenti