La più bella foto del mondo scattata da un drone

La foto di Francesco Cattuto, vincitrice del concorso mondiale

GUALDO TADINO – La foto più bella del mondo scattata da un drone è di un umbro di Gualdo Tadino.
 
Francesco Cattuto è il vincitore dell’International Drone Photography Contest, un prestigioso concorso fotografico che premia le foto più belle realizzate dal cielo. L’immagine che si è assicurata il primo posto nella categoria “Viaggi”, raffigura la Basilica di San Francesco di Assisi protesa, come la prua di una nave, su un mare di nebbia.
 
Il premio è organizzato in collaborazione con il National Geographic.
Alla competizione hanno partecipato migliaia di fotografi, dilettanti e professionisti, di tutti i paesi del mondo.
 
Francesco Cattuto, ingegnere informatico con la passione per la fotografia, risiede da molti anni a Modena. La giuria del premio, presieduta da Patrick Witty, vice direttore di National Geographic, ha selezionato l’immagine per l’alta qualità e la creatività dello scatto.
 
La basilica di San Francesco ad Assisi dal 1230 conserva e custodisce le spoglie mortali del “Poverello”.
Nell’anno 2000, insieme ad altri siti francescani di Assisi è stata inserita nella Lista del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.
 

La basilica superiore di San Francesco di Assisi

È il monumento più importante di Assisi: si compone di due chiese sovrapposte (l’Inferiore e la Superiore) oltre che da una cripta, scavata nel 1818.
Le pareti e i soffitti della Basilica sono stati affrescati dagli artisti più grandi del Duecento e del Trecento: Cimabue, Giotto, i Lorenzetti e Simone Martini.
La basilica superiore, in stile gotico, è famosa in tutto il mondo per i meravigliosi affreschi di Giotto e dei suoi discepoli: in 28 celeberrimi riquadri segnati da un intenso fondo azzurro intenso, dal 1296 al 1300 sono stati dipinti gli episodi più famosi della vita di san Francesco.
Gli stessi artisti, grandi maestri della scuola fiorentina e senese del Trecento, hanno decorato anche la più austera basilica inferiore.
 
Nel 1997, 130 metri quadrati di affreschi medievali della basilica superiore furono ridotti in migliaia di frammenti a causa di un terremoto che causò il crollo di parte della volta e gravi danni al timpano del transetto.
I lavori di restauro, effettuati in un tempo record, hanno riportato la grande costruzione al suo primitivo splendore.
 
Per informazioni
www.francescocattutophotographer.com
fb: FrancescoCattuto.Photographer
E-mail: fcattuto@gmail.com
Web: www.visit-assisi.it
 
Leggi anche: Il messaggio nascosto negli affreschi di Assisi
Leggi anche: I musei di Assisi
Leggi anche: Assisi, un simbolo

Tag:
6 luglio 2016 Redazione UT

Articoli Recenti