Il silenzio che sorprende

UMBRIA – A volte per parlare le parole non servono. Bastano le immagini. E un silenzio fatto di suoni che racconta i particolari. Umbria, lasciati sorprendere è la serie di filmati che presenta una regione capace di descriversi da sola. Brevi viaggi attraverso gastronomia, natura, folklore e storia di un territorio che stimola i sensi e meraviglia.



Inviti a lasciarsi avvolgere dal profumo accogliente di una antica ricetta preparata sui carboni ardenti, dall’odore della legna che brucia in una fresca serata di primavera, dal sentore di umido di un sottobosco in autunno e dal sapore di polvere di una cavalcata di mezza estate. Proposte all’ascolto del rigido vento d’inverno che sferza le pietre millenarie di un borgo, scivola tra gli archi di una cella campanaria e sfiora l’inaspettata distesa di un altopiano nascosto tra i monti.



Rincorse di colori che giocano tra passato e presente, da seguire nei dardi lanciati da archi e balestre e nei bagliori di torcia di riti e processioni. Maree di gialli, rossi e turchini che si lasciano travolgere dall’emozione di una corsa, volteggi di bandiere che danzano in aria al ritmo incalzante dei tamburi e ottoni di una banda che catturano i riflessi di tradizioni musicali centenarie.



Mondi intagliati nelle curve eleganti di un violino, nella forgia di un ruvido ferro battuto sull’incudine e nella morbida pasta di argilla plasmata su un tornio. Universi che si specchiano nei capolavori di maestri dell’arte che non hanno tempo, come nello sguardo dolcissimo di una Madonna che tiene in braccio il suo bambino.



I video, realizzati da GAL Alta Umbria, sono trasmessi sui canali RAI.
www.infoaltaumbria.it

Daniela Querci

Tag: , , , , , ,
17 novembre 2016 Daniela Querci

Articoli Recenti