Encuentro, festival delle letterature in lingua spagnola

UMBRIA – Artisti, scrittori, registi, giornalisti: la quinta edizione di Encuentro, festival delle letterature in lingua spagnola, declinata anche attraverso i linguaggi della musica, del teatro e dell’audiovisivo, animerà dal 2 al 6 maggio 2018 il centro storico di Perugia e dal 3 al 4 maggio anche la città di Terni.

Un cartellone ampio e variegato, con ospiti provenienti da Spagna, Argentina, Bolivia, Messico, Cuba, Cile e Italia. L’attenzione principale, naturalmente, rimane per la letteratura. La quinta edizione di Encuentro è quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura è naturalmente sempre al centro del festival, organizzato dall’omonima associazione col sostegno di Arci Regione Umbria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, ma mai come quest’anno sarà indagato il suo rapporto con altri linguaggi e altre visioni. Su tutti il cinema, la storia, la musica e il fumetto. Anche stavolta Encuentro farà parte della sezione SuperFestival del Salone del Libro di Torino. Si rinnova inoltre la collaborazione con l’Istituto Cervantes e con le Ambasciate di Spagna e Argentina.

Per il secondo anno consecutivo, poi, la manifestazione toccherà anche Terni: appuntamento il 3 e il 4 maggio.

E il festival vivrà un’anteprima d’eccezione martedì 1 maggio. Alle 16.30 a Perugia, dal palco allestito da Cgil-Cisl-Uil in piazza IV Novembre, lo scrittore messicano Paco Ignacio Taibo II, vero nume tutelare del festival, presenterà in anteprima mondiale il suo nuovo romanzo Redenzione (La Nuova Frontiera): una scoppiettante storia di anarchici campani nel Messico dei primi decenni del Novecento. In caso di pioggia l’incontro si terrà a Umbrò (via Sant’Ercolano, 2) .

L’inaugurazione ufficiale si terrà invece mercoledì 2 maggio, con Fernando Aramburu, che dialogherà con Bruno Arpaia: appuntamento alle ore 18 all’Università per Stranieri.
Aramburu, basco, è l’autore di Patria (Guanda), romanzo-affresco dell’ultima stagione dell’Eta che nel 2017 è stato il caso editoriale dell’anno in Spagna. Patria ha riscosso grande successo anche in Italia, dove proprio in questi giorni uscirà il nuovo romanzo di Aramburu, Anni lenti (Guanda).

Poi la prima grande tavola rotonda del festival. Alle 21.30, al Postmodernissimo, discuteranno del rapporto tra cinema e letteratura. Arriaga, messicano, è romanziere, regista e sceneggiatore: celebre per il sodalizio con Alejandro Iñarritu (ad Arriaga si devono le sceneggiature di film di culto come Amores Perros, 21 Grammi e Babel), è reduce dalla pubblicazione in Italia del suo ultimo romanzo Il Selvaggio (Bompiani). David Trueba, spagnolo, è regista e romanziere: il suo La canzone del ritorno (Feltrinelli) sarà nelle librerie italiane in questi giorni. Pino Cacucci non ha bisogno di presentazioni: tra i più importanti scrittori italiani, da alcune sue opere sono stati tratti film di successo come Puerto Escondido e Viva San Isidro!

Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito.

Info e programma: www.encuentroperugia.it

Tag: , ,
30 aprile 2018 Redazione UT

Articoli Recenti