(Italiano) Il “lupo-capro” e Re Carnevale messo al rogo

” src=”http://www.umbriatouring.it/wp-content/uploads/2012/01/foto 2 del dio fauno.jpg” alt=”" width=”250″ height=”190″ />

Era anche festeggiato nelle Lupercalia del 15 febbraio in un’atmosfera di gioco e di riso che alludeva alla realtà infantile e alla ri-nascita. In qualità di Incubo era invece consultato in sogno nel rito dell’incubazione; come Fatuo è “colui che parla”, come Silvano “il boschivo” e come Inuo “il fecondatore”, più tardi assimilato a Pan. Il nome del nume significa “il buono”, ed è paredro della Bona Dea o Fauna.

Quirino era un’antichissima divinità, preesistente a quei Romani nati dall’unione di Sabini e Latini, per cui Roma era detta da Livio geminata urbs, “la città doppia”. Patrono delle curie e dei romani Quirites, titolare del colle Quirinalis, era protettore della proprietà e della repubblica. Il suo patrocinio sulle curie era condiviso dal dio umbro Uofion, che formava la triade grabovia insieme a Giove e Marte, così come Quirino era il terzo della triade romana Giove-Marte-Quirino, poi sostituita da quella capitolina e filoetrusca di Giove-Giunone-Minerva. Quirino proteggeva inoltre la pace, il lavoro e gli uomini liberi.

Giancarlo Gaggiotti

Stichwörter:
6 Februar 2017 Giancarlo Gaggiotti

Articoli Recenti