Da Cortina a Gubbio, alle Logge dei Tiratori in mostra la Collezione Rimoldi

GUBBIO – “De Chirico, Sironi, Depero… Le Regole alle Logge” è la mostra della raccolta d’arte di Mario Rimoldi (1900-1974) inaugurata il 2 maggio 2017 nei rinnovati spazi espositivi delle Logge dei Tiratori della Lana di Gubbio.
 

Un progetto espositivo curato da Vittorio Sgarbi e voluto dalla Cassa di Risparmio di Perugia e organizzata dalla CariPerugia Arte, che comprende 43 opere della prestigiosa raccolta abitualmente custodita alla Casa delle Regole di Cortina d’Ampezzo.
 
La splendida selezione, che potrà essere ammirata a Gubbio fino al 5 novembre 2017, rappresenta un vero e proprio evento per lo straordinario valore culturale della raccolta e una occasione di grande prestigio per ammirare gli spazi delle Logge, realizzati dalla corporazione dell’Arte della Lana nel secolo XVII per “tirare” i panni, ossia per asciugare la stoffa in modo da farle assumere determinate dimensioni. Impostate sopra l’edificio dell’ospedale di Santa Maria, attivo dal 1326 sul lato nord-est di Piazza Quaranta Martiri, oggi le Logge sono state trasformate in una galleria sopraelevata che gode di un panorama unico al mondo.
 
La collezione, che da oltre quaranta anni è diventata un museo pubblico, ospitato nella “Ciaṣa de ra Regoles” (o Casa delle Regole), che in passato era il centro dell’amministrazione di Cortina d’Ampezzo espone la collezione di Mario Rimoldi, appassionato d’arte e mecenate che ha orientato il gusto dell’arte moderna italiana, tra gli anni Venti e Trenta, acquistando opere di giovani e promettenti maestri.
 
Nato a Cortina il 13 aprile 1900, Rimoldi inizia ad interessarsi all’arte e ad acquistare opere dal 1921. Quando nel 1941 si apre a Cortina la “Prima mostra italiana del collezionista”, la sua raccolta conta già circa 700 opere. Il suo impegno non si limita al collezionismo, ma si allarga anche all’organizzazione di attività culturali a Cortina: Rimoldi sostiene infatti l’istituzione di vari premi, organizzata di importanti mostre, è tra i fondatori del Circolo Artistico, nonché membro attivo e presidente di numerosi enti.
 
A Gubbio si possono ammirare opere di Filippo de Pisis, Giorgio de Chirico, Mario Sironi, Massimo Campigli e Anton Zoran Music ,che hanno instaurato una fruttuosa amicizia con il collezionista che fu anche sindaco della città, dove promosse le VII Olimpiadi Invernali ottenendo numerosi riconoscimenti. Appassionato dapprima alla pittura dell’Ottocento, dal dopoguerra Rimoldi allargò i suoi interessi all’arte del suo secolo, invitando gli artisti ad eseguire ritratti o paesaggi a lui cari.
 
Nel frattempo la raccolta si arricchì di opere di Ottone Rosai, Tullio Garbari, Gino Severini, Arturo Tosi e Virgilio Guidi, maestri rappresentati nella mostra eugubina assieme ad altri legati all’ambiente veneto e veneziano, come Felice Carena, Umberto Moggioli, Pio Semeghini, Guido Cadorin, Fortunato Depero. Nei decenni seguenti Rimoldi acquisirà opere con l’obbiettivo di creare una collezione “completa”, paragonabile a quelle dei musei italiani, europei e americani.
 
Nella splendida cornice delle Logge di Gubbio sono infatti presenti, oltre a quelli citati, importanti maestri del tempo appartenenti a correnti artistiche differenti, tra tradizione e innovazione: Xavier Bueno, Michele Cascella, Felice Casorati, Raoul Dufy, Achille Funi, Antonio Ligabue, Marino Marini, Pietro Marussig, Fausto Pirandello, Karl Plattner, Gino Severini, Ardengo Soffici, Emilio Vedova e Lorenzo Viani.
 

Giulia Cardini

 
Orari e informazioni
Dal 2 maggio al 5 novembre 2017
Logge dei Tiratori della Lana – Piazza 40 Martiri, Gubbio
Orari di apertura: martedì-venerdì dalle 15.00 alle 18.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00
Per maggiori informazioni e prenotazioni: info@fondazionecaripugiaarte.it; www.fondazioncariperugiaarte.it

Tag: , , , , , , ,
6 maggio 2017 Giulia Cardini ,

Articoli Recenti