Carnevale

Acquasparta, il carnevale dei bambini

di Redazione UT ACQUASPARTA – Tre giganti meccanici per portare i bambini a spasso nel centro storico di Acquasparta. La bella cittadina in provincia di Terni è pronta per la XXV edizione del Carnevale dei bambini, che avrà…
Mostra articolo

Il carnevale in Umbria

di

UMBRIA – “Semel in anno licet insanire”. Proprio vero, almeno una volta all’anno è opportuno concedersi un po’ di pazzia, e questa “volta”, altro non è che il carnevale. Lo dicevano Seneca e contemporanei, e il carnevale assunse ritualità e veste pagana; lo fece proprio, questo detto, la tradizione cristiana, trasmutando il periodo del “carnem levare” in periodo di transizione dal Natale e dalla successiva ricorrenza di Sant’Antonio Abate alla quaresima, periodo in cui appunto si elimina la carne. Poi lo spirito pagano, quello originario dionisiaco, si riappropriò della tradizione. E lo sciogliere qualsiasi obbligo o convenzione sociale, il cambiare ruolo – da qui le maschere – divenne universale. Anche in Umbria, mai detto popolare (semel in anno licet insanire) fu più azzeccato, per una popolazione che nel dna ha la riservatezza, ma che per un mese all’anno, allenta decisamente le briglie. Agriturismo e bed&breakfast umbri in genere si riempiono di turisti in questo periodo dell’anno, complici anche le tradizioni pasticcere carnevalesche – le chiacchiere, gli strufoli, la cicerchiata, le castagnole, per citarne solo alcune – che oltre alle manifestazioni, sono un punto in più d’attrattiva.

Informazioni Turistiche

I musei dell’Umbria +

Rubriche