A Spello la Via Crucis è d’Autore

Foto: Incantevole Spello (https://incantevolespello.wordpress.com/)

SPELLO – Una galleria d’arte a cielo aperto dove la Passione di Cristo è descritta da opere di artisti contemporanei. È la Via Crucis d’Autore, che la città di Spello ospita dal 13 al 18 aprile.
 
Tra le piazzette e il centro storico della città definita da Cesare “Splendidissima Colonia Julia”, oggi uno dei “Borghi più belli d’Italia” e “Bandiera arancione” del Touring Club, l’atmosfera della Pasqua ha un sapore in più. È quello dell’arte pittorica contemporanea, con opere di artisti nazionali ed internazionali allestite nello scenario delle antiche mura Romane, delle porte augustee, dell’anfiteatro e delle terme. O, se vogliamo, sul palcoscenico affrescato da grandi maestri del Rinascimento: basti ricordare la Cappella Baglioni, con la Disputa di Gesù con i dottori dipinta dal Pinturicchio nella chiesa di Santa Maggiore e l’Annunciazione (in cui c’è anche l’autoritratto del pittore) che senz’altro varrebbero da sole una visita. Senza contare il piacere di una semplice passeggiata tra le antiche case in pietra, i vicoli stretti e tortuosi, le scalinate e gli scorci panoramici sugli uliveti del monte che diede i natali a San Francesco.
 
Spello insomma, è un luogo dove l’arte e la storia si mescolano in un connubio scenografico di cui è impossibile non subire il fascino. Lo sa bene Elvio Marchionni, pittore spellano di ampia notorietà e direttore artistico della rassegna d’arte pasquale, che ha sapientemente curato una notevole scelta di opere contemporanee a soggetto sacro, che sprigionano al massimo la loro potenza espressiva nelle collocazioni di eccezione che offre la città di Spello.
 
Venerdì 14 aprile alle 21 con partenza dalla chiesa di Sant’Andrea Apostolo È la particolare Via Crucis che vive il borgo. Un autore per ogni luogo, che ha rappresentato motivo di ispirazione per l’opera proposta. Le quattordici stazioni diventano soste davanti ai quadri, per ascoltare il messaggio evangelico in uno spazio dove spiritualità, emozione, partecipazione e cultura convergono a realizzare momenti unici.
 

Foto: Incantevole Spello (https://incantevolespello.wordpress.com/)

Ed ecco l’accostamento tra le opere contemporanee e il patrimonio architettonico e storico della città: Silvano D’Orsi, Luigi Virili, Giuliana Capocchia e Sergio Marini (Sagrato di Santa Maria Maggiore), Ivan Jakhnagiev, Mauro Manini, Vittorio Angini (Chiesa San Michele Arcangelo), Brigitte Kollegger, Claudia Ciotti, Antonio Coletti (Cisterna romana Palazzo Bianconi), Saro Calì, Elvio Marchionni (Via Consolare locale Castellani), David Frisoni, Pasquale Martelli, Sonia Turdo (Atrio abitazione Del Pia), Marina Seredà, Michele Circiello, Angelo Dottori (Atrio Baiocco – Villamena), Paolo Fedeli, Stafania Orrù, Alfredo Sereni (Chiesa Sant’Andrea), Dario Polvani, Elvio Maccheroni, Walter Coccetta (Palazzo Comunale – Piazza della Repubblica), Nico Martelli, Carlo Rampioni (Chiesa San Gregorio Magno), Paola Ruggiero, Settimio Catoni (Chiesa San Biagio), Antonio Spinogatti, Antero Scarponi, Scuola Media di Spello (Cappella Palazzo Preziosi), Raffaele Tarpani, Elfrida Gubbini, Scuola dell’Infanzia Santa Luciola (Chiesa San Martino), Dugo, Gianni Buono, Mauro Capelli (Chiesa San Giovanni Battista), Tullia Caporicci, Alvaro Caponi, Giuliano Grittini (Chiesa di Santa Maria Maggiore – Cappella del SS. Sacramento).
 
Le opere resteranno esposte anche il Sabato Santo e il giorno di Pasqua e potranno essere ammirate fino al 7 aprile anche nel corso delle tradizionali celebrazioni liturgiche. Il Lunedì dell’Angelo, poi, ci sono altre manifestazioni in programma:
 
Lunedì 17 aprile a partire dalle 9,30 La tradizionale passeggiata e colazione di Pasquetta all’Abbeveratoio dell’Asino, con partenza da Piazza Kenedy, seguirà un interessante percorso turistico allietato dalla presenza di asinelli che da Piazza della Repubblica attraverso via Giulia, Piazza Vallegloria e Fonte Bulgarella arriva fino al sentiero dell’Acquedotto Romano e all’Abbeveratoio dell’Asino. Il giro è curato dal Terziere Pusterula ed è una occasione anche per curiosare fra le bancarelle della Fiera di Pasqua, aperta dalle 8 di mattina tra le vie del centro storico.
 
Info e programma completo
www.prospello.it

10 aprile 2017 Redazione UT

Articoli Recenti