A Pietralunga il tartufo sposa la patata bianca

PIETRALUNGA – La patata sposa il tartufo. Un matrimonio “in bianco” che però a Pietralunga si consuma con soddisfazione e di continuo, intorno a tavole imbandite, in due appetitosi fine settimana: 7-8 e 14-15 ottobre 2017.
 
Con i trenta anni della Mostra mercato nazionale del tartufo e della patata bianca il borgo alto tiberino inaugura la stagione delle manifestazioni umbre legate alla trifola, il prodotto tipico che meglio rappresenta questo paese medievale dalla cinta muraria ancora intatta.
 
Il pregiatissimo tartufo bianco viene raccolto da settembre a dicembre. Da gennaio ad aprile è il periodo dedicato al bianchetto. E a giugno e luglio si va a caccia dello scorzone. Terra di eccellenza per il tartufo tutto l’anno, tanto che il prezioso tubero di Pietralunga viene esportato in tutta Europa ma anche negli Stati Uniti, in Asia e in Russia.
 
Golosa la proposta gastronomica: i vari piatti a base di tartufo bianco e della patata bianca di Pietralunga, farinosa e ricca di potassio e amido, possono essere gustati nei ristoranti e nelle taverne insieme alle altre leccornie che il territorio propone, tra le quali spiccano i formaggi, i salumi, il miele, le delicate marmellate e i prodotti del bosco.
 
Tra le iniziative più attese dell’edizione 2017 c’è quella del Piatto di Pietralunga che oltre al tartufo e alla patata mette insieme altri prodotti tipici del territorio, dalla nocciola alla carne di chianina fino alle visciole. Il piatto, valutato da una giuria composta da operatori del settore e amministratori diventerà l’emblema gastronomico di Pietralunga ed entrerà a far parte di tutti i menù dei ristoranti del paese.
 
Ristoranti a parte, sono sono previste anche degustazioni negli stand di alcune regioni ospiti (Marche, Abruzzo, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia).
Con l’iniziativa I piatti in piazza ogni singola regione ospite presenterà a turno una ricetta del proprio territorio.
Un Cooking show è in programma presso il Convento di S. Agostino. Sarà poi possibile visitare le aziende di produzione, oltre che partecipare alla Caccia al Tartufo (iniziativa realizzata in collaborazione con Giuliano Tartufi, per info e prenotazioni Tel. 0759460022).
 
Da non perdere la gara a tempo con cani da tartufo, organizzata presso l’impianto sportivo.
Dopo tanto mangiare, i più volenterosi potranno anche affrontare i 6 chilometri della “Camminata per le vie di Francesco” in due distinti percorsi: il sentiero francescano della pace e la via Francigena francescana.
 
C’è pure una gara podistica, giunta alla settima edizione: “La Tartufissima”, organizzata dal Marathon club Città di Castello e il Pietralunga Runners. Due le modalità: competitiva di km 10,5 e non competitiva di km 3. Per iscriversi, c’è tempo fino alle ore 20 di venerdì 13 ottobre sul sito www.dreamrunners.it.
 
I festeggiamenti prevedono anche un raduno di auto e moto d’epoca organizzato dal Circolo Arci di Pontevalleceppi, musiche, balli, sfilate di moda e spettacoli vari con protagonisti sbandiratori e tamburini.
Una attenzione particolare è riservata ai bambini, grazie a un’area attrezzata con percorsi, per scoprire attraverso il gioco i prodotti e i sapori del territorio.
 
Web: www.pietralunga.it
www.turismo.pietralunga.it
www.facebook.com/pg/pietralungaeventi/
 
Leggi anche:
Il tesoro nascosto dell’Umbria
La valle del Carpina ha una finestra sul Web
Il museo ornitologico di Pietralunga

Tag: ,
9 ottobre 2017 Redazione UT

Articoli Recenti